02/06/2021
ANELLO DELLA RAVA DI PRATA SANNITA

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

L’escursione parte dalla oramai dismessa centrale idroelettrica, chiamata anche Officina Lete o Centrale Lete la quale fu inaugurata nel 1910. La stessa rimase in funzione fino al 31 ottobre 1943, data in cui fu fatta saltare in aria dalle truppe tedesche, che battevano in ritirata di fronte agli attacchi delle truppe alleate. Un’altra centrale fu costruita tra il 1946 e il 1947 e ubicata, questa volta, alle falde della montagna, e operativa fino al 1969, questo complesso sarà raggiunto a conclusione dell’anello. E’ possibile alla partenza dell’escursione fare rifornimento di acqua potabile. Ci si avvia verso località Collelungo attraverso delle scale e dopo circa 30 minuti si giunge all’ingresso della Rava (destra orografica del fiume Lete). Si sale dolcemente sul fianco della montagna sovrastata dalla cima del Favaracchi, la zona è impervia con alcuni punti esposti ma di facile attraversamento. Dopo circa 3 ore dalla partenza si giunge alla Sella che separa i Monti Cappello e Favaracchi, qui è possibile ammirare Letino e l’omonimo lago, la piana delle Secine e in fondo il Miletto. Si continua per un sentiero comodo, passando sull’orlo dell’orrido (sinistra orografica del fiume Lete) giungendo dopo circa 20 minuti alla sella di Monte Cappello la quale fa da naturale spartiacque tra la valle di Letino e quella di Valle Agricola. Attraverso la Costa dei Frascari si giunge dopo ulteriori 20 minuti alla galleria dell’ENEL oramai in abbandono ma visitabile. Si procede per un breve tratto sulla carrareccia che porta a Valle Agricola fino ad intercettare il sentiero che scende lungo la condotta e che porta in circa 1 ora e mezza alla seconda centrale elettrica. Da questo punto dopo meno di 1 Km si raggiungono le auto.

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: E
REFERENTI:
Pasquale Italiano – Tel. 328 4878539
Matilde Di Domenico – Tel. 333 2736629

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi: