31/07/2022
PNALM: MONTE AMARO DI OPI

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

Il Monte Amaro di Opi segna il limite nord-ovest dell’anfiteatro della Camosciara. Il percorso non è lungo, circa 10 km andata e ritorno, ma abbastanza ripido e si sviluppa in gran parte all’ombra, nella faggeta, tranne nella ariosa e slanciata cresta finale, dalla quale si gode di un superbo panorama sulla Val Fondillo, sulle creste della Camosciara, sul Marsicano e sulle vallate verso il lago di Barrea.

Il percorso inizia dal parcheggio all’imbocco della Val Fondillo imboccando una sterrata che costeggia il torrente Fondillo fino ad incontrare un ponte di ferro (davvero eccessivo!) che si attraversa per passare all’altro lato del corso d’acqua. Si costeggia di nuovo il torrente, ma in direzione opposta e si raggiunge un segnavia che indica il sentiero che ci conduce alla vetta; da questo punto il percorso si fa impegnativo per la ripida salita che ci porta, al termine del bosco, alla cresta del Monte Amaro; questo tratto è privo di vegetazione ma molto panoramico; la vetta è preceduta da una anticima e questo ultimo breve tratto è da affrontare con un po’ di cautela per la presenza di tratti rocciosi non agevoli. Il ritorno è sullo stesso percorso.

Se si è fortunati c’è la possibilità di avvistare i camosci.

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: EE
REFERENTI:
AE Ennio Sassi – sez. di Campobasso – 329 250 8197

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: