19/07/2020
Monte Amaro dal Rifugio Pomilio

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

Dal parcheggio antistante il Rifugio Pomilio, si prosegue per la
strata dismessa al traffico e convertita in itinerario turistico chiamato “Indro Montanelli”, della lunghezza di 2 km, itinerario panoramico accessibile a tutti, si raggiunge la base del colle del Block Haus, troviamo sulla sinistra un´edicola della Madonna delle Nevi, si prosegue per il sentierio “P” del Parco, sulla destra, si arriva allo strapiombo sull´imponente Vallone dell´Orfento, in circa 20 minuti, si giunge sull´ampia sella di Scrimacavallo che divide il
Vallone dell’Orfento sulla destra e quello delle Tre Grotte sulla sinistra. Qui nonostante le numerose piste che scendono lungo i valloni bisogna seguire l´evidente sentiero segnato di cresta. In breve si giunge al fontanino sulla Sella Acquaviva (2100 metri circa) dove, lasciando le due piste sulla sinistra, si sale per quella di destra lungo la cresta del Monte Focalone. Superati i primi tornanti tra i pini mughi il sentiero taglia di netto il pendio su di un inconsistente
ghiaione fino alla base di una parete rocciosa dove bisogna deviare di netto a sinistra seguendo i segnavia bianco-rossi del Parco. La salita sale ancora fino ad una sella con un ampio costone di roccia nei pressi del Bivacco Fusco (sulla sinistra), struttura a nove posti sempre aperta . Da qui sempre seguendo sulla destra il sentiero “P”, inizia la lunga traversata con in vista lo spettacolare Anfiteatro delle Murelle (40 minuti da fontanino), anfiteatro di origine glaciale, dove sono evidenti partendo dalla destra, il Monte Focalone (2676 metri), la compatta cima del Monte Acquaviva (2737 metri) seconda cima del massicci e la Cima delle Murelle (2596 metri). Ripreso il cammino la salita prosegue sull´ampia cresta che conduce sulla cima del Monte Focalone in direzione sud-ovest. Giunti sulla cima si scende lungo il primo portone (direzione sud-ovest), la stretta sella che collega il monte Focalone alla Cima Pomilio (2656 metri), consplendidi panorami sulla Valle dell’Orfento a destra e sulla Valle dell Mandrelle a sinistra.
Dalla vetta di Cima Pomilio si scende di nuovo costeggiando dapprima la Valle dell´Orfento e poi allontanandosi lungo il sentiero che aggira il Monte Rotondo fino a giungere in salita a risalti di roccia dei Tre Portoni. Risalite le facili rocce, in direzione in direzione sud-ovest, sempre seguendo i segnavia bianco-rossi e le bandierine bianco rosse contraddistinte dalla lettera “P”, si attraversa la lunga valletta carsica che conduce alla base del Monte Amaro
(bivacco Pelino di colore rosso, cupoliforme sulla cima). Per la salita alla vetta è conveniente portarsi sulla cresta di destra sotto la quale si trovano i grandi canali detritici che precipitano in direzione del Passo San Leonardo. Dalla vetta si torna indietro per lo stesso sentiero.

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: EE
REFERENTI:
Nicola Cirese (CB) – Tel. 3472796562
In collaborazione con AE Massimo Martusciello

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi: