07/08/2021
Dante a Civitanova del Sannio

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

CIVITANOVA DEL SANNIO è appoggiato ad un fianco de La Montagnola, una possente barriera di consistente altezza (superando i m.1.400) che, però, non si aggirava, bensì si scavalcava. Così facevano i pellegrini che da Sessano, posto sul versante opposto, si recavano a venerare S. Felice nella chiesa parrocchiale di S. Silvestro. Un bel edificio di culto, ricco di opere d’arte con un pregevole soffitto a cassettoni, il cui ingresso è raggiungibile con una scala a doppia rampa. La chiesa parrocchiale ha un campanile con cuspide a base poligonale. Di fronte alla chiesa, classico binomio, c’era il palazzo baronale dei D’Alessandro, feudatari pure di Pietrabbondante, Pescolanciano e Carovilli, dunque signori di un ampio dominio territoriale nel cuore del Molise. Edificio ormai riconoscibile unicamente per l’alto muro a scarpa posto sul retro che ne sosteneva il basamento. Scomparsa pure la cinta urbica, leggibile solo in pianta (non in alzato), perché al suo perimetro vi è un circuito viario formato da via Trieste e corso Umberto. È rimasta in piedi, comunque, la porta urbana che sta vicino alla chiesetta di S. Rocco, la quale, in verità, dovrebbe essere fuori porta in quanto luogo di sepoltura (dei morti di peste). Extramoenia vi è una croce viaria inscritta in un cerchio. Una struttura monastica sorgeva lì dove ora c’è il cimitero con la sua chiesa, la Madonna del Carmelo, diventata cappella cimiteriale. Sempre all’esterno dell’insediamento abitativo vi è anche il Largo della Fiera dove si svolgevano, trovandosi sul tratturo, le fiere della transumanza.

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: T
REFERENTI:
Francesco Manfredi Selvaggi (338.5236993)
Davide Sabato (335-77648723)

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi: