Rinviata al 2 Ottobre – 25/09/2022 BIKE TO COAST – alla scoperta della costa dei Trabocchi

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

Si tratta di un percorso turistico nel suo complesso semplice. L’itinerario parte da Vasto Marina (zona ex-stazione) per dirigersi verso nord fino all’antico porto della cittadina di Ortona, in prossimità del faro bianco e nero della Ritorna protetto dal sovrastante Castello Aragonese, e si sviluppa per la lunghezza di circa 42 Km lungo la via verde della Costa dei Trabocchi.

La ciclovia – che collega i territori comunali di San Salvo, Vasto, Casalbordino, Fossacesia, Rocca San Giovanni, San Vito Chietino, Ortona e Francavilla e che tocca diverse riserve naturali – si snoda su un tratto di costa molto frastagliato, ricco di insenature incontaminate e spiagge nascoste.Nei suoi tratti più spettacolari, e se vogliamo più aspri, la ciclabile dei Trabocchi segue il tracciato dell’ex ferrovia adriatica, inaugurata nel 1863 e dismessa soltanto nel 2005.Da un lato le spiagge e il Mar Adriatico con i caratteristici Trabocchi a far da padrone. Dall’altro una rigogliosa vegetazione puntellata qua e là da lidi balneari e riserve naturali, come quella di Punta Aderci, presso Vasto.
I giganti di legno costruiti su palafitte e impiegati nel passato per la pesca donano ad ogni spinta di pedale qualcosa di unico e magico da ammirare tra le terre verdi, le coste selvagge e il blu dell’Adriatico.
Anche Gabriele D’Annunzio ne è stato conquistato e nel “Trionfo della morte” li celebra come “la grande macchina pescatoria simile allo scheletro colossale di un anfibio antidiluviano”.Oggi il Trabocco è un’ attrattiva paesaggistica e turistica che unisce la terra e il mare dell’Abruzzo.Cattura i 5 sensi del visitatore: la vista per i colori e la vastità del mare e della costa, l’udito per la voce del mare, l’olfatto per i profumi della macchia mediterranea, il gusto per l’aria salmastra e il buon cibo di mare e infine il tatto che viene accarezzato dalla brezza marina.L’anima ne verrà rapita.  

Per chi volesse cimentarsi per la prima volta è possibile il noleggio delle bici (da passeggio o e-bike) previa prenotazione obbligatoria da comunicare ai referenti entro giovedì 22 p.v..
Entro tale data è richiesta anche la conferma di adesione per il pranzo in programma dopo l’arrivo ad Ortona. 
Dopo il meritato pranzo è previsto il rientro in treno.
Come sempre, vi aspettiamo numerosi, e soprattutto desiderosi di passare una domenica in bici, allegra e spensierata!

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: TC/MC
REFERENTI:
Carmela Vaccaro 333.8953569 (AC Sez. CAI Campobasso)
Pasquale Italiano 328.7305203 (Sez. CAI Isernia)

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: