18/10/2020
– Cicloescursione lungo il periplo del Lago del Matese

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

Si tratta di una pedalata in mountain bike in un pianoro d’alta quota, intorno al Lago del
Matese, il lago carsico più alto d’Italia, tra meravigliosi boschi di faggio e vette maestose.
L’itinerario parte dall’Azienda agrituristica-zootecnica Falode, sull’estremità orientale del bacino,
e si sviluppa ad anello – della lunghezza di circa 17 Km – lungo il periplo del Lago del Matese,
tornando al punto di partenza. Dall’azienda, la stradina procede verso ovest, correndo ai piedi
delle alte pareti della Gallinola. Pedalando senza sforzo si supera la sorgente di acqua
freschissima in località Acqua Santa Maria e si passa accanto ad una piccola cappella dedicata
a San Michele. Si procede tra i prati mentre sullo sfondo, a occidente, si delineano i rilievi che
chiudono la conca carsica. Avanzando ancora si raggiunge la strada provinciale, dove bisogna
prestare molta attenzione; la si segue per circa un chilometro, poi si riprende lo sterrato e si
pedala lungo un tratto alberato. Tra i rami, oltre il lago, si vedono bene le cime principali: a
sinistra il Miletto, la vetta più alta dei monti del Matese (2050 m s.l.m.), a destra la Gallinola, che
con i suoi 1.923 metri è la seconda cima del Matese. Il tratto sterrato prosegue e passa nei
pressi dell’inghiottitoio dello “Scennerato”. Infine, dopo un altro tratto alberato, un nuovo pezzo
di asfalto conduce in breve nuovamente all’Agriturismo Falode.

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: T/C
REFERENTI:
Carmela Vaccaro – Tel.333 8953569
Franco Pelillo – Tel.328 7305203

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi: