09/10/2022
MARATEA (Pz) FERRATA DEL REDENTORE

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

La Ferrata al Cristo Redentore è a due passi dal centro del caratteristico borgo di Maratea (Potenza, Basilicata). Si snoda sul versante ovest e nord-ovest del Monte San Biagio (623 m.). Affronta una serie di risalti rocciosi nella prima parte, proseguendo poi sulla cresta WNW e, con l’utilizzo di 2 ponti tibetani, sbuca in cima, proprio ai piedi del Cristo di Maratea con vista magnifica sul Mar Tirreno. Dall’attacco si nota il primo tratto della via ferrata: si sale nei pressi di un canalino inizialmente appoggiato poi più verticale dove le numerose cambre metalliche aiutano la progressione. La via prosegue ora su tratti appoggiati con caratteristiche più simili a un sentiero attrezzato. Si alzano sugli alberi circostanti e la vista dietro di noi spazia sulla bellissima costa. In breve, raggiungiamo una paretina verticale di una quindicina di metri con molte cambre che seguiamo spostandoci gradualmente verso destra senza eccessive difficoltà. Continuiamo ora sul crinale a tratti roccioso e a tratti su ripido sentiero. La via prosegue alternando brevi pareti, tratti di crinale e tratti di sentiero. Questa prima sezione della via è piuttosto facile. Prima di intraprendere l’ultima sezione della via si incontra una via di fuga verso sinistra. La seconda sezione della via è caratterizzata da due bei ponti sospesi e alcune pareti di difficoltà maggiore rispetto alle precedenti. Il primo ponte è molto stabile con 4 corde lungo una quindicina di metri. Terminato il ponte saliamo alcune cambre in verticale prima di spostarci verso destra in crescente esposizione. Aggiriamo uno spigolo e proseguiamo la via fino a raggiungere il secondo ponte sospeso. Il ponte è molto stabile e poco più lungo del precedente. Terminato il ponte seguiamo lo spigolo verso sinistra lungo il tratto più atletico della via: una paretina di 7-8 metri ben attrezzata ma strapiombante. La risaliamo e siamo al termine delle difficoltà con davanti a noi la meta della nostra salita: il Cristo Redentore di Maratea. Proseguiamo gli ultimi facili metri di entiero attrezzato e terminiamo la via ferrata di Maratea (ca 1h 15? dall’attacco – 1h 30? dalla strada). (Relazione: Ferrate 365 – G.A. Oreste Bottigliero)

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: EEA – PD/D
REFERENTI:
Elpidio SPUMA (ASE) – Tel. 335 5995469

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: