03/04/2022
Dune di Campomarino (Cb) e bosco Fantine di Chieuti (Fg)

DESCRIZIONE BREVE DELL’ITINERARIO E MOTIVI DI INTERESSE:

Parcheggiate le auto nei pressi del porticciolo turistico, ci si inoltra per un breve tratto in una pineta (**) per raggiungere la spiaggia e proseguire in direzione sud verso il Torrente Saccione. Durante questo primo tratto del percorso potremo osservare e valutare la complessità ecologica dell’ambiente dunale e, nonostante la significativa pressione antropica esercitata sull’ambiente negli ultimi decenni, valutare la ricchezza fitologica di una delle più importanti fasce di vegetazione retrodunale dell’intera costa adriatica. Raggiunta la sponda sinistra del torrente Saccione, confine naturale tra Molise e Puglia, si passa sotto il ponte ferroviario e il cavalcavia, per portarsi sull’argine destro (direzione Foggia) della strada statale Adriatica e proseguire per poche centinaia di metri sino a raggiungere una sbarra metallica al di là della quale si entra in un’area retrodunale (dune fossili) di proprietà privata e di elevatissimo valore naturalistico e ambientale: bosco Torre Fantine nel comune di Chieuti (FG). Il percorso si snoda all’interno dell’area per circa 2 Km lungo sentieri tracciati di recente. L’area è rappresentata da un sistema di dune sabbiose, ricadente a poche centinaia di metri dal mare, ha conservato importanti residui di vegetazione naturale (boschi, garighe, cenosi delle dune asciutte e habitat delle depressioni sabbiose umide); IL SISTEMA rappresenta una rarità ecologica non solo per il comprensorio, ma per l’intera fascia costiera Adriatica. Attraverseremo ampie praterie retrodunali, estese aree di macchia mediterranea e una vasta area palustre, importante zona di sosta per gli uccelli migratori. Usciti dal bosco ci si sposta verso il vicino bivio di Chieuti sulla Statale Adriatica, ove l’escursione ha termine.

DATI TECNICI DI ESCURSIONE:
Grado di difficoltà: T/E
REFERENTI:
Donato Palermo – tel. 3386115823

NON SOCI CAI
✯✯✯
I non soci CAI sono ammessi a partecipare previo presa visione del regolamento, della difficoltà dell’escursione, e sentito il parere del referente.
Per i non soci è obbligatoria la prenotazione ed il versamento della quota assicurativa che, salvo diverse indicazioni, andrà consegnata al referente entro le ore 21:00 del venerdì precedente l’escursione.


Condividi:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: